Skip to content
Archivio articoli per la categoria Giancarlo Maculotti.

“Nella terra delle rape”: il diario di prigionia di un tipografo di Edolo

articolo a cura di Giancarlo Maculotti
Araberara Valcamonica- venerdì 13 ottobre 2017 pag. 40

nella terra delle rape_recensione araberara 13 ottobre 2017

Corso Monoteismo e Politeismo

locandina monoteismo e politeismo

Il Corso Monoteismo e Politeismo è organizzato gratuitamente per i tesserati del Circolo Ghislandi, mentre per i non tesserati è richiesta l’iscrizione al Circolo. La quota annuale di iscrizione è di €. 20,00, per i giovani fino a 18 anni è di € 6,00. Il versamento della quota può farsi mediante bonifico bancario all’IBAN: IT 79G 0311 1541 6000 000000 6201, oppure mediante vaglia postale, con indicazione nella causale dell’anno di riferimento della quota versata (2017).
Una volta effettuato il pagamento le chiedo di inviarne copia alla mail del Circolo circologhislandi@gmail.com
Il corso si terrà presso la sede della scuola media Tovini di Boario Terme, in via Polline n. 20.
Le date sono le seguenti in orario 17.30-19.00 dal 13 marzo 2017

Corso a cura del Prof. Giancarlo Maculotti 
“Dove nacque il monoteismo? Fu esperienza esclusiva del popolo ebraico? Quali conseguenze ebbe il rapporto tra monoteismo e politeismo nel mondo antico? Quali le possibili implicazioni, le conseguenze, i riflessi nelle relazioni tra le religioni anche in epoca moderna?“

  • Lunedì 13 marzo – Prof. Claudio Bragaglio: “TRA DEI E DIO DELL’ANTICO EGITTO. Dall’Oriente all’Occidente la genesi di Religioni, Stati e Politica”
  • Lunedì 20 marzo – Prof. Pierangelo Ferrari: “MONOTEISMO D’EGITTO: LA FIGURA DI MOSÈ NEI SAGGI DI FREUD
  • Lunedì 27 marzo – Prof. Claudio Bragaglio: “DIO CONTRO DEI: IL MONOTEISMO NELLA STORIA DI ISRAELE- Mosè, l’Esodo, i regni d’Israele e di Giuda: nascita e diaspora d’un popolo tra storia biblica e miti.
  • Giovedì 30 marzo – Prof. Pierangelo Ferrari – MONOTEISMO E POLITEISMO AI TEMPI DI COSTANTINO
  • Lunedì 3 aprile – Prof. Angelo Fossati –ASPETTI DELLA RELIGIOSITÀ DELLA VALCAMONICA E DELL’AREA ALPINA NELLA PREISTORIA

Sono aperte ancora le iscrizioni al link

https://docs.google.com/forms/d/1DfoZRL6BJVA5bT5gdctMSaj698hUAj9k4HWQjxbDU70/viewform?edit_requested=true

Il Presidente Giancarlo Maculotti

 

Convegno L’autonomia dei territori alpini

Adobe Photoshop PDF

Sev-Itm-So 29 05 16_articolo

SalutoItm-So-28-5-16 a cura di Giancarlo Maculotti

Ghislandi, il timone passa nelle mani di Maculotti

ghislandi il timone passa nelle mani di maculotti

La Guerra Bianca di Carlo Emilio Gadda

Recensione su Graffiti di maggio (pag 11)

recensione Gadda _Graffiti Maggio 2016_web

recensione Gadda _Graffiti Maggio 2016_web

Foto gallery “La Guerra Bianca di Carlo Emilio Gadda”

Presentazione libraria “La Guerra Bianca di Carlo Emilio Gadda. La permanenza in alta Valle Camonica nelle note del Giornale di guerra e di prigionia 1915-1916 ” di Giancarlo Maculotti e Pierangelo Ferrari, presso l’auditorium della scuola media Tovini IC Darfo2 di Boario.

Introduzione di Paola Trotti

 

La Guerra Bianca di Carlo Emilio Gadda

Venerdì 13 maggio ore 20.30

Auditorium scuola media Tovini di Boario T.  (mappa)

2° incontro del ciclo “Appuntamenti con la storia locale – nazionale” promosso dal Circolo culturale Guglielmo Ghislandi. E’ un’iniziativa promossa dal Circolo culturale Guglielmo Ghislandi con il patrocinio del C.C.S.S. e in collaborazione con gli ENTI ospitanti nei mesi di maggio e giugno a partire da giovedì 5 maggio. Gli incontri sono organizzati a Edolo, Capo di Ponte, Breno, Cividate Camuno, Piancogno e Boario Terme.

La Guerra Bianca di Carlo Emilio Gadda – con l’intervento degli autori Giancarlo Maculotti e Pierangelo Ferrari, introduce Paola Trotti.

13 maggio la guerra bianca di Carlo Emilio Gadda

Carlo Emilio Gadda scoprì la Valle Camonica in un momento tragico per sé e per l’umanità: il momento della disillusione e del dolore più acuto, quello della Grande Guerra. Si immerse, lui volontario di supporto, tra le migliaia di giovani mandati a combattere sul fronte dell’Adamello, per nulla armati, male vestiti, a custodire improbabili confini tra popoli ed eserciti: una vicenda umana e storica che segnerà profondamente Gadda.
La Valle Camonica da qualche anno ha riscoperto il legame con Gadda, grazie all’intenso lavoro di ricerca e di rilettura critica di Giancarlo Maculotti, che si era già concretizzato in un itinerario culturale e turistico, e che oggi si compie con questa pubblicazione firmata con Pierangelo Ferrari, che colloca la prima biografia, i ricordi e le opere dello scrittore milanese dentro la geografia del nostro territorio.
Un dialogo, quello tra la Valle Camonica e Gadda, che permette di rintracciare le origini della scrittura e del suo stile personalissimo, e di elaborare nel contempo una nuova mappa del territorio, a partire dai ricordi, dagli appunti, dalle lettere, dalle frequentazioni di questo giovane arguto e solitario.
La Valle Camonica è la Valle dei Segni non solo perché custodisce la memoria di diecimila anni di civiltà, ma anche perché sa scoprire e raccontare il valore unico delle tante vicende umane che l’hanno attraversata.

Appuntamenti con la Storia

Appuntamenti con la Storia è un’iniziativa promossa dal Circolo culturale Guglielmo Ghislandi con il patrocinio del C.C.S.S. e in collaborazione con gli ENTI ospitanti nei mesi di maggio e giugno a partire da giovedì 5 maggio.

Gli incontri sono organizzati a Edolo, Capo di Ponte, Breno, Cividate Camuno, Piancogno e Boario Terme.

brochure appuntamenti con la storia maggio-giugno 2016  locandina appuntamenti con la storia Circolo Ghislandi maggio-giugno 2016

brochure appuntamenti con la storia maggio-giugno 2016

locandina appuntamenti con la storia Circolo Ghislandi maggio-giugno 2016

  1. Giovedì 5 maggio ore 20.30 – Biblioteca di Piancogno (mappa) – Il Novecento di Tirda e Batistì –  con l’intervento dell’autore Alberto Panighetti introduce Giancarlo Maculotti.
  2. Venerdì 13 maggio ore 20.30 – Auditorium scuola media Tovini di Boario T.  (mappa) – La Guerra Bianca di Carlo Emilio Gadda – con l’intervento degli autori Giancarlo Maculotti e Pierangelo Ferrari introduce Paola Trotti.
  3. Giovedì 19 maggio ore 20.30 – Auditorium L. Chiesa Edolo (mappa) – Brillerà presto il sole della pace – con l’intervento dell’autore Antonio Stefanini   introduce Mimmo Franzinelli.
  4. Giovedì 26 maggio ore 20.30 – Palazzo Cultura di Breno (mappa) – Disertori – con l’intervento dell’autore Mimmo Franzinelli introduce G. Galli.
  5. Giovedì 9 giugno ore 20.30 – Pieve di San Siro Cemmo di Capo di Ponte (mappa)- Quale Francesco? – con l’intervento dell’autrice Chiara Frugoni introduce Virtus Zallot.
  6. Giovedì 16 giugno ore 20.30 – Centro Civico Cividate Camuno (mappa)- Testimoni di libertà – con l’intervento dell’autore Maurilio Lovatti introduce Agide Gelatti.

L’alpino Carlo Emilio Gadda

Conferenza stampa di lunedì 11 aprile – Servizio TeleBoario
E’ dedicato a uno dei più grandi scrittori italiani del ‘900, Carlo Emilio Gadda, e alla sua presenza a Edolo come alpino nella Prima guerra mondiale l’ultimo libro di Giancarlo Maculotti con Pierangelo Ferrari
gadda

Le note felici di Gadda dal fronte dell’Adamello

Carlo Emilio Gadda nel 1915 in trincea con la «macchina» come chiamava lui la mitragliatrice

articolo Bresciaoggi 06.04.2016

C’è un Carlo Emilio Gadda soldato che scrupolosamente tenne un diario che lo accompagnò per l’intera stagione della «sua» guerra, fino alla disfatta di Caporetto, all’arresto, alla prigionia in Germania e al definitivo ritorno a casa. Annotazioni, memorie, cronache che rimasero custodite in un cassetto per quasi quarant’anni, fino al 1955, quando furono pubblicate, sebbene parzialmente. Servirono altri dieci anni perché «Il giornale di guerra e prigionia» fosse stampato integralmente, comprensivo delle pagine che il ventiduenne allievo ufficiale degli Alpini dedicò alla sua permanenza in alta Valle Camonica, iniziata nell’agosto del 1915 in veste di volontario di supporto mescolato alle migliaia di suoi coetanei spediti a combattere sul fronte della guerra bianca sull’Adamello. (…)

Leggi l’articolo integrale sul giornale in edicola
Mauro Zappa