Skip to content
 

L’assemblea sociale del Circolo Ghislandi: incontro ben riuscito e trasmesso in diretta web streaming

Sabato 6 aprile 2013 si è tenuta l’assemblea annuale del Circolo Ghislandi. Novità particolare  di quest’anno la diretta web streaming dei lavori assembleari, a cura del socio onorario Sergio del Bello, che ha permesso la trasmissione e la registrazione dei vari interventi con la possibilità di rivedere i filmati per chi non avesse potuto partecipare.

Il presidente Pier  Luigi Milani, dopo aver esposto la relazione introduttiva (pubblicata integralmente sul sito) ha dato il via alla  presentazione di cinque lavori di taglio differente.

Ha esordito  Giancarlo Maculotti con la presentazione del libro di prossima uscita “La cellula eversiva di St. Moritz ” -Ed. Micheletti. Gli è seguito Mimmo Franzinelli con l’esposizione audiovisiva  “Il giro d’Italia. Dai pionieri agli anni d’oro ” -Ed. Feltrinelli, la storia del Giro d’Italia dagli esordi e nei suoi sviluppi, con oltre duecento immagini d’epoca, in gran parte provenienti dall’archivio Torrioni. A seguire  Tullio Clementi ha presentato “Barba Chini, il suo tempo, la sua gente ” – Ed. Circolo culturale Ghislandi, la cui presentazione ufficiale si terrà a maggio al parco delle Terme di Boario. Diego Minoia ha illustrato il progetto: “W VERDI!! Un provinciale che seppe leggere il suo secolo, l’iniziativa sarà a Malegno giovedì 11 aprile, un’occasione per conoscere il più grande operista italiano dell’Ottocento, l’epoca, la biografia, le opere, con esempi, audio e video. Da ultimo  Pier Luigi Milani ha presentato il suo romanzo “Qualcosa di noi. 1912: il pane, le rose e le spine ”- BookSprint Edizioni, ambientato nel 1912, periodo storico esaltante e drammatico, destinato a fare da anticamera all’imminente conflitto mondiale, racconta le vite di Bimbo e Marfisa, immigrati nel bacino carbonifero del Monongahela river in un carosello di imprevisti e colpi di scena.

A seguire la presentazione dei due progetti che il Circolo Ghislandi sta promuovendo in collaborazione con una rete di enti e associazioni e che saranno  d’impulso anche per il territorio: 1) “Lo  Studio di iniziative in vista del 100° anniversario del 1° Conflitto mondiale (2014)”: le attività punteranno a raccontare la guerra innanzitutto attraverso la storia, i diari, le parole, la cultura, la letteratura e l’arte, l’economia, l’alimentazione, dal momento che il centenario della Guerra incrocerà l’Expo 2015, e sarà un valido supporto didattico in quanto gli spunti di riflessione guardano anche ai programmi scolastici, attraverso temi quali la Costituzione, l’Obiezione di coscienza, la pace, la shoah.  2)  “Conoscere il patrimonio industriale del territorio” la proposta mira a promuovere, in collaborazione con le aziende interessate, una nuova cultura della presenza industriale in un territorio fortemente antropizzato e dedito anche ad altre economie (agricoltura, silvicoltura, turismo, servizi, ecc.), con l’obiettivo di predisporre percorsi organizzati di visita e di conoscenza all’interno delle strutture industriali, allo scopo di rendere consapevoli i visitatori dell’importante patrimonio impiantistico, tecnologico e di processo esistente nelle industrie che costellano il tratto superiore dell’Oglio e del Sebino.

L’assemblea si è conclusa con la tradizionale cena  arricchita dalle poesie dialettali di Giancarlo Maculotti e dalla recitazione di brani e barzellette da parte dell’amico Camillo Pezzoli.

[vimeo 63518760]

[vimeo 63518761]

[vimeo 63518768]

[vimeo 63518764]

[vimeo 63518766]

Print Friendly, PDF & Email