Skip to content
 

“La storia, la memoria e l’oltraggio. Un ricordo di Bortolo Pezzutti”

 MANIFESTO la storia la memoria e l’oltraggio_Franzinelli lovere_1giu2012

Venerdì 1 giugno alle 20.30 a Villa Milesi di Lovere si terrà “La storia, la memoria e l’oltraggio. Un ricordo di Bortolo Pezzutti”, un incontro per ricordare le ignominie del nazifascismo e la tragica vicenda del giovane loverese arrestato a lovere nel 1944 alla vigilia di Natale e ucciso in campo di concentramento a Bolzano dal criminale nazista Seifert.

A pochi giorni dalla Festa della Repubblica l’Amministrazione di Lovere, in collaborazione con la Libreria Mondadori, risponde così, con un omaggio alla memoria della Resistenza, all’oltraggio avvenuto il mese scorso, nei giorni precedenti il 25 aprile, quando venne imbrattata la lapide a memoria del giovane partigiano.

Attraverso il volume dello storico Mimmo Franzinelli:  “Le stragi nascoste. L’armadio della vergogna: impunità e rimozione dei crimini di guerra nazifascisti”, verrà rievocata la tragica vicenda di Pezzutti. “Una vicenda emblematica della storia italiana tra Resistenza, dopoguerra e i giorni nostri  – spiega il sindaco di Lovere Giovanni Guizzetti – che è importante non dimenticare per combattere l’oblio e l’oltraggio alla memoria. Una riflessione critica sul nesso tra passato, presente e futuro”.

Nel corso della serata verrà letta la commovente poesia in dialetto scritta nel Lager dal socialista padovano Egidio Meneghetti, testimone delle torture e della morte del diciottenne Bortolo Pezzutti; a seguire il musicista Andrea Polini suonerà una ballata su Bortolo Pezzutti, da lui composta sulla suggestione della lettura di “Le stragi nascoste”.Alla serata, che vedrà anche la partecipazione dell’Anpi, interverranno il sindaco di Lovere Giovanni Guizzetti, lo storico Mimmo Franzinelli e Bartolomeo Costantini il procuratore militare che scovò, estradò e condannò all’ergastolo Josef Seifert, l’assassino di Bortolo Pezzutti. Costantini relazionerà sul processo contro Seifert. L’ingresso è libero.

Per maggiori informazioni: Libreria Mondadori Lovere tel. 035 964124 – libreria@mondadorilovere.it.

Print Friendly, PDF & Email

Nessun commento

  1. alessandro ha detto:

    Purtroppo lavoro e non potrò esserci, qualcuno riesce a registrarlo? Grazie ciao
    Alessandro Bono