Skip to content

Mostra “Scorci di guerra e prigionia” al Sacrario militare del Tonale

La mostra itinerante “Scorci di guerra e prigionia” sarà visitabile al Sacrario militare del Tonale da giovedì 22 agosto, data in cui si terrà l’inaugurazione che avverrà alle ore 16.30. 
La mostra rimarrà allestita fino a domenica 8 settembre. 
L’ingresso è libero.

E’ inoltre disponibile la riedizione del libro “Dal Fronte alla Prigionia. La grande Guerra attraverso il diario di fiorino Gheza” di Paolo Dentella, edito da Circolo culturale G. Ghislandi.

Fotogallery inaugurazione Mostra “SCORCI di guerra e prigionia”

Oggi pomeriggio c’è stata l’inaugurazione della mostra “Scorci di guerra e prigionia”, tratta dal diario di Fiorino Gheza, presso il museo della Guerra Bianca di Temù. La presentazione dei pannelli è stata condotta da Paolo Dentella e Magda Stofler, curatori della mostra. Si ringrazia Walter Belotti, presidente del Museo, per l’ospitalità e la collaborazione. Ma mostra rimarrà allestita fino al 18 agosto. Per l’occasione è stata presentata la seconda edizione del libro di Paolo Denetella “Dal fronte alla prigionia. La Grande Guerra attraverso il diario di Fiorino Gheza”.

Mostra “Scorci di guerra e prigionia”

Mostra del Circolo culturale Ghislandi a cura Paolo Dentella e Magda Stofler, progetto grafico di Mariella Minini

L’inaugurazione si terrà venerdì 26 luglio ore 17.30 presso il Museo della Guerra Bianca di Temù, dove sarà allestita fino a domenica 18 agosto.

La mostra è tratta dal diario “Dal Fronte alla prigionia”. Il documento è di rilevanza storica, in quanto permette di far conoscere più aspetti del primo conflitto mondiale (chiamata alle armi, addestramento, combattimento, Caporetto, prigionia), raccontati in prima persona da Fiorino Gheza. I disegni che l’autore tratteggia di proprio pugno poi, rivelano un enorme talento artistico e fanno della sua testimonianza un unicum nel panorama diaristico della Grande Guerra. Le illustrazioni di Fiorino, realizzate in larga parte durante la prigionia, esaltano così ulteriormente le sue impressioni: dai soldati caduti durante le battaglie, ritratti nell’immobilità della morte, passando per i treni bestiame su cui fu deportato, fino ad arrivare ai prigionieri smagriti dalla fame, tutto risalta doppiamente consegnandoci un documento di assoluto rilievo storico. Una mostra che prenda in esame alcune di queste illustrazioni, scelte fra le più incisive, esponendole su cartelloni roll-up, sarà un’ottima occasione per dare ulteriore risalto alla drammatica vicenda storica della guerra 1915-1918. Le riproduzioni in grande formato, coadiuvate da qualche riga illustrativa e/o frase estrapolata dallo scritto di Gheza danno rilevanza all’esperienza di Fiorino Gheza.

Il carattere itinerante della mostra, complice la facilità di trasporto delle riproduzioni, potrà  trovare collocazione in vari luoghi della Valle Camonica, consentendo l’organizzazione di eventi di presentazione della stessa.

La mostra è costituita da 12 pannelli roll up  formato 200×85 (altezza x larghezza). 

Piazza Loggia 45 anni dopo

Incontro con Manlio Milani (Presidente Associazione Famigliari Strage di Piazza Loggia) venerdì 14 giugno 2019 alle ore 20.30 presso la Casa delle Associazioni a Darfo Boario Terme.

Coordina la serata Rosa Pedersoli
 

Visita al castello di Ossana

In collaborazione con il Centro Studi per la Val di Sole si è organizzata nella giornata di domenica 26 maggio 2019 una visita a OSSANA (TN) con visita guidata al Castello e la presentazione del libro Jacobinus di Alberto Mosca, con un contributo di Liliana Fratti (Associazione Lòntano Verde) su “I Federici della Val Camonica”.

PROGRAMMA

partenza da Darfo /Boario Terme ore 10.30; da Malegno/Breno ore 10.45 – Spuntino verso le 13 al Tonale

ore 14.30 Castello di Ossana – Visita guidata al maniero

ore 16.30 Municipio di Ossana – Sala Jacopo Aconcio 

  • Alberto Mosca, autore del libro Jacobinus I de Federici a Ossana, Trento, Tirolo e Lombardia: una storia al di qua e al di là del Tonale (XIV-XVII secolo) 
  • Liliana Fratti “I Federici della Val Camonica”.

Per l’ iscrizione all’iniziativa inviare la propria adesione all’indirizzo mail circologhislandi@gmail.com

Il viaggio è organizzato con mezzo proprio condividendo il passaggio in auto 

visita castello di Ossana_26 maggio

Gallery fotografica presentazione di Acheronta Movebo

Gallery fotografica della presentazione di Acheronta Movebo di Pierluigi Lanfranchi con la partecipazione di Giancarlo Maculotti e Bernardino Pasinelli.
Pierluigi Lanfranchi, storico delle religioni insegna all’università di Marsiglia. La storia delle vite di Charles e Franziska Maylan l’ha raccontata in un recente libro pubblicato da Castelvecchi Editore, che porta un titolo misterioso: Acheronta movebo. Tutto comincia quando la nonna dell’autore racconta a Lanfranchi allora adolescente, di aver affittato durante la guerra una stanza di casa sua a Sovere, un paesino delle Prealpi bergamasche, a una donna tedesca…

Fotogallery Mostra Resistenza Operaia a Berlino 1942-45

Sabato 27 aprile 2019 alle ore 17.00 si è tenuta la Conferenza di INAUGURAZIONE  della Mostra Resistenza Operaia a Berlino presso il CIRCOLO ARCI sul PALCO – MALEGNO via S.Andrea 32 

Fascismo Anno Zero

Mercoledì 8 maggio 2019 ore 20.30, presso il Centro Civico via Laffranchini a Cividate Camuno

MIMMO FRANZINELLI, storico del Fascismo e dell’Italia Repubblica

Presenta e modera Mariella Minini presidente del Circolo “Ghislandi”

Dialogano con l’autore, Giancarlo Maculotti e Pier Luigi Milani

Acheronta Movebo di Pierluigi Lanfranchi

Aperitivo con l’autore – Oltreconfine 2019
Domenica 5 Maggio ore 18,00 a Piancamuno presso il Caffè “I Portici” – Via Provinciale, 26/a PIERLUIGI LANFRANCHI Presenta “Acheronta Movebo” 

Prosegui la lettura ‘Acheronta Movebo di Pierluigi Lanfranchi’ »

Mariella Minini alla guida del Circolo culturale Ghislandi per il 2019

Passaggio di consegne al vertice del Circolo culturale “G. Ghislandi”, il cui consiglio direttivo ha eletto Lunedì 15 aprile la nuova Presidente: dopo tre anni di presidenza, Giancarlo Maculotti lascia l’incarico a Mariella Minini, insegnante e vicepreside dell’istituto comprensivo Darfo2 e docente tutor coordinatore presso la facoltà di Scienze della formazione Primaria dell’Università Cattolica di Brescia. La nuova presidente, membro del Consiglio di gestione dal 2010, in questi anni si è occupata della Comunicazione web e del coordinamento delle progettualità che il Circolo culturale ha implementato rafforzando la  sua presenza sul territorio.