Skip to content
Archivio articoli per la categoria conferenze.

Fotogallery Convegno “Il disastro del Gleno. Difetto di costruzione, o attentato?”

Sabato 25 novembre 2017 a Vilminore nella splendida sala del Palazzo Pretorio organizzato dal Circolo culturale G.Ghislandi e dalla comunità Montana della Valle di Scalve, con il patrocinio dei Comuni di Angolo Terme e del Comune di Darfo Boario Terme.
Presentazione a cura di Pierantonio PICCINI, Presidente della Comunità Montana della Val di Scalve – Introduzione a cura di Giancarlo MACULOTTI, Presidente del Circolo culturale G. Ghislandi
RELAZIONI
– Disastri umani dal Gleno al Vajont e alla Val di Stava, Giorgio TEMPORELLI – Consulente Tecnico Aziendale e Divulgatore Scientifico, Esperto in igiene, normativa e tecnologie per il trattamento delle acque
– Il disastro del 1923 e la memoria della comunità, Angelo BENDOTTI – Presidente Istituto Bergamasco per la Storia della Resistenza e dell’età contemporanea 
– La montatura della bomba, Mimmo FRANZINELLI – storico
– La ritrovata perizia giudiziaria che certifica la bomba, Benedetto Maria BONOMO – Sindaco di Colere e autore del libro “La tragedia della diga del Gleno”
Dibattito
Conclusioni a cura di Pierantonio PICCINI per la C.M. della Val di Scalve e Pier Luigi MILANI, per il Circolo culturale G.Ghislandi

 

Convegno “Il disastro del Gleno. Difetto di costruzione, o attentato?”

Sabato 25 novembre 2017, ore 15:30

presso il Palazzo Pretorio (sede della Comunità Montana della Valle di Scalve) a Vilminore di Scalve.
Organizzato dal Circolo culturale G.Ghislandi e dalla comunità Montana della Valle di Scalve, con il patrocinio dei Comuni di Angolo Terme e del Comune di Darfo Boario Terme. Ingresso libero

locandina convegno disastro del Gleno 25 novembre 2017_web

Presentazione a cura di Pierantonio PICCINI, Presidente della Comunità Montana della Val di Scalve
Introduzione a cura di Giancarlo MACULOTTI, Presidente del Circolo culturale G. Ghislandi
RELAZIONI

  • Disastri umani dal Gleno al Vajont e alla Val di Stava, Giorgio TEMPORELLI – Consulente Tecnico Aziendale e Divulgatore Scientifico, Esperto in igiene, normativa e tecnologie per il trattamento delle acque
  • La montatura della bomba, Mimmo FRANZINELLI – storico
  • La ritrovata perizia giudiziaria che certifica la bomba, Benedetto Maria BONOMO – Sindaco di Colere e autore del libro “La tragedia della diga del Gleno”
  • Il disastro del 1923 e la memoria della comunità, Angelo BENDOTTI – Presidente Istituto Bergamasco per la Storia della Resistenza e dell’età contemporanea

Dibattito
Concludono Pierantonio PICCINI per la C.M. della Val di Scalve e Pier Luigi MILANI, per il Circolo culturale G.Ghislandi

Conferenza «Introduzione al periodo DADA dell’artista Alberto Meli. Gli anni della “non arte”» 

Come momento preparatorio  alla visita guidata al Museo d’Arte Contemporanea di Luzzana che il Circolo culturale Ghislandi ha organizzato in collaborazione con l’AUSER Insieme Camuna, si è organizzata per Venerdì 10 novembre 2017 alle ore 20.30 presso il Centro Civico di via Laffranchini a Cividate Camuno (in collaborazione con il Comune)  una conferenza dal titolo «Introduzione al periodo DADA dell’artista Alberto Meli. Gli anni della “non arte”»  a cura della  prof.ssa Magda Stofler (socia del Circolo Ghislandi).

L’ingresso è libero e aperto alla cittadinanza e agli interessati.  locandina conferenza presentazione artista Meli

Il programma dettagliato della visita in Val Cavallina è allegato

brochure visita luoghi val Cavallina_12 novembre 2017

Il messaggio di Don Milani a 50 anni dalla morte

Relatori: Valeria Milani Comparetti, Giancarlo Pianta, Federico Ruozzi, Giancarlo Maculotti

La figura del prete di Barbiana rappresenta ancora oggi, a 50 anni dalla pubblicazione di “Lettera a una professoressa” un riferimento indispensabile per pensare e ripensare i problemi della scuola.

Programma

  1. Presentazione del libro della nipote del priore Valeria Milani “Don Milani e suo padre. Carezzarsi con le parole. Testimonianze inedite dagli archivi di famiglia”, Edizioni Conoscenza
  2. Esperienze pastorali – Seminario
  3. Lettera a una professoressa – Seminario
  4. L’obbedienza non è più una virtù- Seminario

La figura di don Milani è legata all’esperienza didattica e ad alcuni suoi scritti sui quali si sono innestate aspre polemiche che hanno coinvolto la Chiesa cattolica, numerosi intellettuali e diversi politici. Il suo scritto Esperienze Pastorali fu oggetto di un decreto del Sant’Uffizio del 1958 contenente la proibizione di stampa e di diffusione. Nel dicembre del 1954 venne mandato a Barbiana, minuscola e sperduta frazione di montagna in Mugello, dove iniziò il primo tentativo di scuola a tempo pieno rivolto alle classi popolari. Gli ideali della scuola di Barbiana erano quelli di costituire un’istituzione democratica, con il fine non di selezionare quanto di far arrivare, con un insegnamento personalizzato, tutti gli alunni a un livello minimo d’istruzione con la rimozione di quelle differenze che derivano da censo e condizione sociale. La scuola sollevò immediatamente delle eccezioni e molte critiche, gli attacchi ad essa furono tanti. Le risposte a queste critiche vennero date con Lettera ad una professoressa, (maggio 1967), in cui i ragazzi della scuola denunciavano il sistema scolastico e il metodo didattico che favoriva l’istruzione delle classi più ricche lasciando la piaga dell’analfabetismo in gran parte del paese.

  1. La presentazione del libro della nipote del priore Valeria Milani “Don Milani e suo padre. Carezzarsi con le parole. Testimonianze inedite dagli archivi di famiglia”,  si terrà dalle 11,00 alle 13,00 Sabato 7 ottobre;
  2. Esperienze pastorali – Seminario Lunedì 16 ottobre ore 16,00-18,00
  3. L’obbedienza non è più una virtù – Seminario Lunedì 23 ottobre ore 16,00-18,00
  4. Lettera a una professoressa – Seminario Lunedì 30 ottobre ore 16,00-18,00

Il primo incontro è gratuito e aperto. Sarà anche possibile acquistare il libro. Per i tre successivi minimo 15 iscritti e massimo 25. Gratuito per i soci del Circolo Ghislandi, 35 € per i non iscritti. Sede degli incontri Liceo Scientifico Camillo Golgi a  Breno, in via Folgore 19

seminario Don Milani

Fotogallery Incontro con Chiara Frugoni

Venerdì 19 maggio 2017 alle ore 20.30  presso la Chiesa di Santa Maria Annunciata a Bienno  Chiara Frugoni ha presentato il suo nuovo libro “Senza misericordia. Il Trionfo della Morte e la Danza macabra a Clusone”. Pier Luigi Milani ha presentato la serata, ha interloquito la prof.ssa Virtus Zallot. Intermezzi musicali di Elena Quaglia.

Incontro con Chiara Frugoni

Venerdì 19 maggio 2017 alle ore 20.30 Incontro con Chiara Frugoni presso la Chiesa di Santa Maria Annunciata a Bienno presentazione del libro di Chiara Frugoni  “Senza misericordia. Il Trionfo della Morte e la Danza macabra a Clusone”.

Introduzione della prof.ssa Virtus Zallot. Intermezzi musicali di Elena Quaglia

Locandina presentazione Chiara Frugoni a Bienno

Fotogallery Convegno storico “Nel bicentenario della Febbre petecchiale del 1817

Sabato 6 maggio 2017  inizio ore 14.35 Convegno storico con letture rievocative “Nel bicentenario della Febbre petecchiale del 1817” presso il salone delle conferenze della Pia Fondazione di Valle Camonica a Malegno.

Videofotogallery “Il Tribunale del Duce” di Mimmo Franzinelli

Giovedì 20 Aprile 2017 alle ore 20.30 INCONTRO con MIMMO FRANZINELLI con la presentazione del suo nuovo libro “Il tribunale del Duce. La giustizia fascista e le sue vittime (1927-1943)” presso la sala del Consiglio Comunale del Municipio di Malegno.

Saluti dell’amministrazione comunale di Malegno a cura del Sindaco Dott. Paolo Erba, ha presentato l’Avv. Pier Luigi Milani, ha interloquito con Mimmo Franzinelli l’Avv Federico Nobili.

Registrazione audio 5° incontro Corso Monoteismo e Politeismo

Si pubblica la registrazione audio del 5° incontro di Lunedì 3 aprile, con il contributo del Prof. Angelo Fossati “ASPETTI DELLA RELIGIOSITÀ DELLA VALCAMONICA E DELL’AREA ALPINA NELLA PREISTORIA”

Fotogallery Corso Monoteismo e Politeismo

5° incontro – 3 aprile 2017

Prof. Angelo Fossati –ASPETTI DELLA RELIGIOSITÀ DELLA VALCAMONICA E DELL’AREA ALPINA NELLA PREISTORIA